Come i social network cambiano le nostre abitudini

I social network fanno ormai parte della nostra quotidianità, ma come hanno cambiato davvero le nostre vite? Senza quasi che ce ne accorgessino sono diventati parte intergrante della nostra esistenza, tanto che alcune pratiche un tempo comuni sono state completamente sostituite da pratiche simili, ma online.immagine_social_network_d0

Pensiamo anche solo al modo di comunicare: status di Facebook, fotografie caricate su Instagram, cinguettii su Twitter..le nostre interazioni con il prossimo sono in larga parte veicolare da queste piattaforme.Si stima che un utente medio spenda in media circa 1 ora al giorno sui vari Social, tempo che sale considerevolmente se si considera la fascia d’età 15-19 anni, arrivando a toccare le 3 ore.

Il social più utilizzato? Senza dubbio Facebook: il 60% degli iscritti si collega almeno una volta al giorno, il 12% almeno una volta all’ora, per controllare aggiornamenti e status degli amici. Seguono a ruota Instagram, Tumblr e Pinterest, che distanziano di molto Twitter e Google+.

Ma i social network non influenzano solo il nostro modo di relazionarci agli altri, sono sempre più utilizzati anche per informarsi e per esprimere le nostre opinioni. Gli argomenti più gettonati? La politica, lo sport, il mondo del fashion e le curiosità.

Anche il mondo del lavoro non è immune ai social: il 65% delle piccole e medie imprese hanno ormai una , e gli utenti sono sempre più abituati a cercare e richiedere informazioni sui servizi e sui prodotti offerti proprio tramite i social network.
Curiosità: un recente studio condotto negli Stati Uniti ha rivelato come la metà dei datori di lavori cerchi informazioni sui potenziali futuri dipendenti “spiando” le loro pagine personali. Attenzione quindi anche alla nostra immagine online, potrebbe essere la causa della nostra convocazione (o meno) al prossimo colloquio di lavoro!