Cellulari cinesi, sono davvero affidabili?

Ormai è risaputo che con la globalizzazione il mondo si è drasticamente rimpicciolito, o meglio le distanze non sono più quelle di una volta. Così non si parla più di mercati nazionali ma di mercati globali. Se per molti aspetti questo è un fattore positivo che ha permesso non solo di abbassare i costi di tutti quei prodotti di importazione, soprattutto quelli che provengo dal lontano continente asiatico come il Giappone o la Cina, è anche vero che molti dei prodotti che arrivano da questi paesi non sono proprio dei prodotti degni di essere comprati.

Il Made in China nel settore elettronico ed in particolare nel telefonia ha pochissimi rivali e con il boom economico che sta vivendo in questi anni la Cina, sono tantissime i costruttori di smartphone cinesi che nascono come i funghi. Alcuni di questi costruttori riescono ad affermarsi a livello internazionale investendo in ricerca e innovazione nei cellulari cinesi, ma molti  telefonini Made in China sono dei veri e proprio “plasticoni” che cercano di imitare brand di smartphone famosi, Apple in primis, dato che l’iPhone 6 è uno smartphone particolarmente amato dai consumatori asiatici e cinesi.

Ma la fama che i prodotti cinesi si sono fatti non è tra le migliori e in molti, prima di mettere mano al portafogli, si chiede se questi cellulari cinesi sono affidabili? Non è semplice dare una risposta a questa domanda; dipende a quale cellulare, o meglio a quale costruttore di smartphone cinesi, ci stiamo riferendo.

Ci sono alcuni costruttori cinesi che costruiscono dei smartphone che non ha nulla da invidiare a cellulari con brand più blasonati. Altri smartphone cinesi sono invece delle brutte imitazioni che spesso all’interno hanno hardware obsoleto.

smartphone cinesi

Tra i migliori brand di cellulari Made in Cina troviamo la Oppo. I suoi smartphone sono basati su sistema operativo Android e la Oppo presenta sempre qualche innovazione neu suoi prodotti. Ad esempio nel Oppo N3 ha la fotocamera che può essere ruotata e quindi essere utilizzata come sia come fotocamera principale (nel pannello posteriore) sia come fotocamera anteriore per farei Selfie di altissima qualità. Ma lo smartphone di punta della Oppo è il Find 7, che nella sua versione premium ha un hardware niente male: Snapdragon 801 da 2.5Ghz affiancato dalla potente GPU Adreno 330, 3 GB di Ram e 32 GB di memoria integrata e il display da 5.5 pollici con la risoluzione quad-HD di 2560 x 1440 pixel e una densità di pixel di 538ppi.

Altro marchio cinese degno di nota è Meizu che con il Meizu MX4 Pro esprime al massimo il concetto di affidabilità che il costruttore vuole trasmettere. Ampio diplay da 5.5 pollici e una risoluzione da 1536 x 2560 pixel con una densità di pirex da 546 ppi, un chipset Samsung Exynos 5430 (che la Samsung ha utilizzato per il Galaxy Alpha), affiancato da due processori quad-core: un Cortex-A15 Quad-core da 2GHz e un quad-core da 1.5 GHz. Mali-T628 come GPU e 3 GB di Ram completano l’hardware di questo smartphone.

Altri marchi cinesi di smartphone affidabili sono la Xiaomi che con il Xiaomi Mi4 LTE sta riscuotendo parecchio successo in termini di vendite. La Huawei oramai è un marchio famosissimo in occidente e gli viene riconosciuto il merito di aver rinvestito in prodotti di altaqualità.